Ci sono alcuni weekend di gara che possono cambiare anche in una notte.

La domenica mattina già dal wurmup, con una temperatura molto diversa rispetto al giorno precedente e anche per la gara2 si vede subito che tra Davide e la bellissima MV Agusta F3 del team Extreme Racing Bardahl inizia a tornare nella normalità, con alcuni giri davvero veloci tra i migliori.
La gara sarà tutta in salita, partendo dalla tredicesima posizione in griglia, ma tutti sanno che il pilota romano può fare una grande rimonta.

ORE 17.00 gara2 (16 giri)

In griglia la concentrazione è massima, Davide sa che può fare una grande gara e lo si vede nei suoi occhi.
Allo spegnersi dei semafori rossi il portacolori Extreme Racing Bardahl scala subito una posizione dopo l’altra e già al termine del primo giro si trova in nona posizione.
Passano i giri e con un passo gara tra i più veloci riesce giro dopo giro a compiere un sorpasso dietro l’altro per arrivare in quinta posizione, quando in una bagarre, il numero 63, campione Italiano Supersport 600 nel 2017, perde quella velocità che lo ha fatto risalire  fin ora.
Riesce a fare il sorpasso decisivo al nono giro, e si rimette a testa bassa verso il terzetto iniziale che purtroppo è scappato via troppo presto, ma Davide ci prova in tutti i modi arrivando a soli 5 decimi dal podio, chiudendo in quarta posizione.

Una grande gara ed una grande rivincita rispetto ai giorni precedenti.
C’è soddisfazione all’interno del team Extreme Racing Bardahl e Davide, ma anche un po’ d’amarezza perché si vuole sempre gareggiare tra i migliori come accade ormai da 4 anni a questa parte.

“Siamo partiti che non eravamo a posto sia in qualifica che gara1 non trovando il giusto setting, ma dal wurmup e gara2  abbiamo trovato la strada giusta girando con un passo gara come i più veloci. Se fossimo partiti più avanti avremmo potuto lottare per la vittoria.
Un ringraziamento come sempre al mio team, ai miei sponsor, alla mia famiglia ed amici che mi seguono sempre…Torneremo in pista il 5 e 6 Settembre all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola per il terzo round del Campionato Italiano Velocità”.