davide stirpeofficial website

First slide"

Davide Stirpe con i più veloci al mondo

Partecipare al mondiale è sempre qualcosa di emozionante e farlo in questo modo è stato davvero bello, almeno fino all'uscita dalla Curva del Carro durante il primo giro di gara...

Venerdì è stato un giorno intenso di prove e settings per trovare il miglior feeling di guida con la meravigliosa MV AGUSTA F3 numero 163.

A fine giornata, grazie al lavoro del Team Factory Vamagn, affiancato dal team Extreme Racing Service, Davide riesce a trovare la miglior messa a punto per la Superpole di Sabato pomeriggio.

Davide è concentrato e in 15 minuti di qualifiche sferra un giro migliore dell’altro e, nonostante un intenso traffico in pista (24 i piloti partecipanti alla Superpole1), riesce a fare il suo miglior best in 01’39’’884 e a soli 57 millesimi dalla seconda piazza che avrebbe significato Superpole2.

Chiude in 3a posizione che significa 13° in griglia di partenza, un risultato davvero importante per il giovane pilota Romano ormai sempre in crescita sia a livello nazionale che internazionale.

Domenica mattina nel warm up mattutino si provano gli ultimi dettagli prima della gara delle 11.00.

Durante la pit-lane moltissimi i tifosi, sostenitori e supporter, si sono avvicinati al pilota del Team Extreme Racing Service, alla caccia di foto ed autografi. I tifosi di Davide aumentano gara dopo gara!

Ore 11.00 si esce dai box e si va verso la griglia.

Il "leone" romano suona la carica, è determinato a fare bene. Il tempo in griglia lo dimostra.

Tutto è pronto. Il giro di allineamento è alla fine, la griglia si è composta. Visiera abbassata, frizione tirata, prima marcia inserita, busto sul serbatoio...

Il ruggito dell'F3 lancia Davide lungo i 4.226 metri del circuito del Misano Wordl Circuit ma, quei metri, Davide non li completerà, non tutti almeno.

La lotta serrata per completare il primo giro, si chiude anzitempo all'uscita della Cuva del Carro.

Davide viene toccato e perde il controllo della sua moto, finendo rovinosamente nella ghiaia.

Nessuna conseguenza per il pilota ma danni ingenti per la moto e nessuna possibilità di ripartire.

Davvero un peccato, soprattutto per come si stava delinendo il week end di gara.

La vittoria è andata al mattatore della Supersport, il turco 5 volte campione del mondo Kenan Sofuoglu su Kawasaki, ormai a soli 5 punti dalla vetta del mondiale 2017.

Forza Davide, siamo tutti con te!